Menu

Convegno 2011 "La chiesa di San Bartolomeo e la comunità tedesca a Venezia"

Venezia - 24-26 novembre 2011
a cura di Natalino Bonazza, Isabella Di Lenardo, Gianmario Guidarelli

La chiesa di San Bartolomeo, collocata nel cuore del contesto realtino, è da sempre luogo di riferimento della comunità tedesca a Venezia, che qui aveva la sua cappella e il suo Oratorio. Il convegno, organizzato in collaborazione con il Centro Tedesco di Studi Veneziani, ha indagato l’intreccio di aspetti giurisdizionali, socio-economici, artistici, pastorali e devozionali che ne caratterizza la storia in un lungo arco temporale (dall’XI al XIX secolo). L’articolazione delle giornate di studio ha previsto tre sessioni tematiche: la prima sessione (pomeriggio del 24 novembre, presso il Centro Tedesco di Studi Veneziani) è stata incentrata sui protagonisti che gravitano fra Fondaco dei Tedeschi e chiesa (mercanti, intellettuali, artisti), e conclusa da una conferenza serale tenuta da Bernd Roeck, dal titolo "Artisti - artigiani - mercanti: Tedeschi a Venezia nella prima età moderna". La seconda sessione (mattina del 25 novembre, presso la Scuola Grande di San Teodoro) è stata dedicata all’analisi di aspetti storico-artistici inerenti la chiesa, in un ampio arco cronologico; la terza sessione (pomeriggio del 25 novembre, Scuola Grande di San Teodoro) si è concentrata sulla complessa trama della vita che si svolgeva tra chiesa e Fondaco, in particolar modo riguardo all’attività musicale, alla liturgia, al rapporto con i Tedeschi protestanti, alla presenza delle Scuole e dell’archivio patriarcale.
Nel contesto delle giornate di studio è stato anche presentato alla città il restauro della Sagrestia e sono state offerte visite guidate alla Scoletta degli Alemanni (mattina del 26 novembre).

Presentazione del convegno >>Italiano  >>English
Programma del convegno
Collana Chiese di Venezia (ed. Marcianum Press) - "La chiesa di San Bartolomeo e la comunità tedesca a Venezia"

Webmail

Inserire username e password:

DI.SCI.TE.

Inserire il numero di matricola e password: